Dodo Veneziano
Photographie

Emulsioni Tattili

Représente une recherche sur le paysage physique, c’est la curiosité et le besoin des horizons, des sensations et formes ; c’est une recherche sur la relation avec mes propres limites.
Tout ce qui paraît un hasard, les coïncidences, les obstacles, les mouvements émotionnels de- vient ici une structure épidermique et vitale pour construire notre parcours. La solitude est la ma- trice et le stimulus qui m’a fait poursuivre cette recherche émotionnelle, toujours ouverte,depuis les années 80.
J’ai essayé de représenter la solitude, non une solitude partagée, mais une solitude strictement personnel et intime, à travers les lieux où l’on se trouve ou l’on est contraints de vivre. Un corps, un regard qui change, transforme et se transforme au l du temps, la matière qui n’incarne plus le besoin primaire, en devenant ainsi un signe qui évoque des signes.
Le medium que j’utilise c’est la photographie dans ses aspects le plus archaïques, il y a le tactile, la corporéité qui prend forme et s’étale sur le papier...l’émulsion et le papier ordinaire représente la nécessité de construire l’image, aucun désir de dramatisation, mais la nécessité pure de communiquer à travers la photographie.
“Finestre Chimiche” fait partie d’un voyage émotionnel: la nécessité de trans- mission et de se transmettre utilisant le seul moyen qu’on connaisse, l’image.
--------------
Non amo tradurre le mie immagini in linguaggi che a loro non appartengano, ma ammetto che spesso dietro ogni processo creativo ci sono dei precisi intenti e delle finalità Politico/Sociali o semplicemente Emotivo/Formali.
Ogni progetto nato sotto il segno ormai storico di “Finestre Chimiche” conserva una natura artigianale ed un desiderio di ricerca interiore attraverso segni e colori, sempre manipolati in modo istintivo.
Emulsioni tattili e’ la mia ricerca del paesaggio fisico, è curiosità è bisogno di orizzonti di sensazioni e di forme cercate e mai trovate, viste o forse sognate ed interiorizzate, nasce dal bisogno primitivo di rapportarsi ai propri limiti e ricercare in essi le proprie forme e la propria anima.
Tutto e’ mosso dalla casualità e dal bisogno di ricercare all’interno di sè stessi, forme e paesaggi epidermici, ogni piccola coincidenza, ogni lato oscuro della propria storia, ogni passo emozionale, ogni struttura vitale che si mescola e si frappone al nostro percorso.
La solitudine è stata la matrice e lo stimolo che mi ha fatto portare avanti questa ricerca “fotoemotiva” Il progetto è dagli anni 80 ad oggi un “work in progress” che si svolge nell’arco del tempo di pari passo con la casualità degli accadimenti e con le mie piccole scoperte.
Ho cercato di rappresentare la solitudine, non una solitudine condivisibile, una solitudine strettamente intima e personale attraverso luoghi nel quale nascondersi e ritrovarsi o nel quale si è costretti a vivere; catene, teche o quanto altro sia limite Fisico/Mentale, sempre fisico, tattile.
Un corpo uno sguardo che muta trasforma e si trasforma attraverso il tempo, la materia-non materia che non incarna più il bisogno primordiale, diviene segno che evoca segni.
Il mezzo espressivo che ho utilizzato affonda nelle viscere della fotografia, è la fotografia che si forma che si spalma ed ha una sua corporeità una sua essenza tattile... il fatto che abbia utilizzato l’emulsione e la carta “ comune” nasce da un bisogno di gestione totale del prodotto “immagine” non c’è la volontà di sensazionalizzare , ma il puro bisogno di comunicare attraverso la fotografia .
Le Finestre chimiche sono parte integrante di un percorso emozionale: il bisogno di trasmettersi attraverso il solo mezzo che si conosce a fondo.

more: emulsioni_tattili.pdf

Options
1 / 13 enlarge slideshowhd
Options
2 / 13 enlarge slideshowhd
Options
3 / 13 enlarge slideshowhd
Options
4 / 13 enlarge slideshowhd
Options
5 / 13 enlarge slideshowhd
Options
6 / 13 enlarge slideshowhd
Options
7 / 13 enlarge slideshowhd
Options
8 / 13 enlarge slideshowhd
Options
9 / 13 enlarge slideshowhd
Options
10 / 13 enlarge slideshowhd
Options
11 / 13 enlarge slideshowhd
Options
12 / 13 enlarge slideshowhd
Options
13 / 13 enlarge slideshowhd
loading